ROAMING

EVENTS

CONCEPT

TEXTS

INFO

Off-cells

Alessandra Spranzi

24 09 2010
Museo d'Arte Contemporanea Villa Croce, Genova

R-Roaming Chiara Foletto
Gallery
Le cose in piccolo, 2010, stampe a getto d'inchiostro su carta, n° 4 elementi 21 x 29.7 cm
Progetto fotografico Dario Guccio, foto Filippo Pecora
Le cose in piccolo, 2010, stampe a getto d'inchiostro su carta, n° 4 elementi 21 x 29.7 cm
Progetto fotografico e foto Francesco Joao Scavarda
Alessandra Spranzi è un'artista che da tempo indaga sul significato della riproduzione delle immagini e la conseguente trasmigrazione di senso.
Per questo motivo l'artista ha deciso di esporre una serie di opere della collezione del museo, al momento non visibili al pubblico, riprodotte in miniatura su semplici fogli di carta.
Dice la Spranzi: "Mi interessa l'idea della fotografia come miniatura, come oggetto piccolo e delicato (niente più di un pezzetto di carta) che può contenere infiniti mondi e storie, un pò come il museo, che racchiude opere, storia e storie, pensieri, disattivati, a cui noi, con la nostra contemplazione, possiamo ridare vita."

Sottolinea ulteriormente questa idea, una citazione di Getrude Stein collocata accanto alle immagini:
"C'è stato un momento in cui io osservavo le opere di Courbet non come dipinti a olio ma come dei pezzi di paesaggi in miniatura, visti attraverso una lente che li rimpiccioliva. Le cose in piccolo piacciono sempre. I modelli dei mobili sono piacevoli, i piccoli vasi di fiori sono piacevoli, gli apparecchi da pochi soldi per sbirciare delle immagini sono piacevoli, le lanterne magiche sono piacevoli, le fotografie e il cinema sono piacevoli, gli specchietti retrovisori delle auto sono piacevoli, perché riproducono tutta la scena in dimensioni più piccola, come riprese da una macchina fotografica. Dico che è del tutto naturale che le cose piccole facciano piacere, le si può avere tutte insieme in una sola volta."
(Gertrude Stein, in Pictures, 1934, citato in Duchamp, Taschen, p. 85)

2010 ROAMING. OFF-CELLS: PRACTICES OF NO VISION, Museo d'Arte Contemporanea Villa Croce, Genova; RITI DEL CASO IMPERFETTO: L'INCANTO, Sotto la buona stella, Festival della fotografia europea, Reggio Emilia; NELLA DERIVA DI TUTTE LE INCERTEZZE, Centro Artistico Alik Cavaliere, Milano / 2009 UNA COLLEZIONE TRASVERSALE, Alt, Alzano Lombardo; ACQUISIZIONI 2004-2009, Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo; DA GUARENE ALL'ETNA, 1999-2009, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Guarene d'Alba; Israeli Center for Digital art/Mobile e video archive (http://mobilearchive.digitalartlab.org.il/) (www.artingeneral.org); FOTOMONTAGGI, Via Padova 2009, Assabone-Triennale, Milano; TERZO PAESAGGIO. FOTOGRAFIA ITALIANA OGGI, Gam, Gallarate; RILEGGERE L'IMMAGINE. LA FOTOGRAFIA COME DEPOSITO DI SENSO, Biennale, Praga / 2008 SELVATICO (O COLUI CHE SI SALVA), Galleria Fotografia italiana, Milano / 2007 THE TRUE MEN SHOW, Galleria d'Arte Contemporanea di Castel San Pietro, Roma / 2006 PEOPLE LIKE US, Villa Noris, Verona / 2005 FIAV 2005 (Festival International d'images artistiques video), Centro d'arte contemporanea Santa Monica, Barcellona / 2004 ON AIR: VIDEO IN ONDA DALL'ITALIA, Galleria Comunale d'Arte Contemporanea, Monfalcone