ROAMING

EVENTS

CONCEPT

TEXTS

INFO

Coup de dés

Dragana Sapanjos

26 03 2011
Cabaret Voltaire, Zurich (CH)

R-Roaming Dragana Sapanjos
Gallery
Gloaming, 2011, performance
Gloaming, 2011, performance
Gloaming, 2011, performance
Gloaming, 2011, performance
Dawn, 2011, performance
Dawn, 2011, performance
Dawn, 2011, performance
Dawn, 2011, performance
Dragana Sapanjos lavora costantemente attorno a strutture che mettono lo spettatore in una condizione di crisi, di difficoltà  e di pericolo.
Per il Cabaret Voltaire l'artista croata ha creato due progetti, pensati per due differenti luoghi: un intervento sonoro, Gloaming, per il cabaret ed una performance, Dawn,da svolgersi al piano inferiore, all'interno della cripta dadaista.

Gloaming è un'installazione concepita come una sorta di paesaggio sonoro destabilizzante, creato dal vivo, da un gruppo di quindi attrici disseminate nella sala. Per le cinque ore di apertura di Roaming le attrici hanno ripetuto, con costanza e dedizione, un sinistro e ossessivo mantra: la frase "I don't want to die". Lo spettatore si trova così inserito, all'interno di un normale bar, in un contesto meditativo e spettrale in cui la divergenza dal quotidiano crea un effetto disorientante e spaventoso, ma anche in grado di generare riflessioni e domande sulla propria condizione esistenziale.

Risponde a questo primo lavoro un secondo intervento, Dawn. Una performance sviluppata nella cripta del Cabaret. All'interno di un perimetro ben delineato, due attori tentano costantemente di uccidersi l'un l'altro. In una specie di violenta danza, la sopraffazione, l'energia, lo scontro (documentati anche dai segni lasciati a terra dalle scarpe dei due) sono l'effettiva risposta, o lo spunto di catalizzazione di domande e dubbi che il lavoro al piano superiore iniziava a instillare nello spettatore e che qui esplodono in tutta la loro cruda contraddizione, come la compresenza dell'alba e del crepuscolo.     

http://www.youtube.com/watch?v=9OlOS96DnGw


Per la performance di Dragana Sapanjos uno speciale ringraziamento a:
Eloisa Avila, Stefanie Brottrager, Ferdi, Alice Gabriel, Gerome Grollimund, Linda Jörg, Eva Kurz, Maya Minder, Tamara Müller, Carmen Odermatt, Mh Talaya Schmid, Francisca Silva, Milena Umaña, Tea Xeania Wiesli
2011 ROAMING. COUP DE DÉS , Cabaret Voltaire –Dada Haus-, Zürich / VIR, Viafarini, Milano; LES URBAINES, FESTIVAL DES CRÉATIONS ÉMERGENTES, Lausanne; STROGO OSOBNO, Galerija Vladimir Buzanic - Centar za kulturu Novi Zagreb, Zagreb; ARTerija, festival suvremenih umjetnosti, Novigrad; Galerija Glazenica - Velika Gorica, Zagreb / 2006 HERE WE ARE NOW ENTERTAINERS, Galleria Pianissimo, Milano / 2005 GALLERIA IN GALLERIA, underground - Garibaldi station (green line), Milano; Biennale dell'Adriatico, Pescara / 2004 “ ” , White project, Pescara; POMeCA (first schoot), Galerija Rigo, Novigrad; I LOVE YOU, Palestra, GAMeC, Bergamo; PARADISO INFERNO, Fondazione Bevilacqua la Masa, Venezia; TRACCE DI UN SEMINARIO, Viafarini, Milano; NO PARASHUT, Art and Gallery, Milano / 2003 THE SECURITY FROM THE OBJECT, Galleria Marconi, Cupramarittima-Ascoli Piceno; START, Care/off, Milano; XI BICEM, Atene; LUOGO NON LUOGO, Corso Superiore di Arti Visive Fondazione Antonio Ratti, Como; COSMOS, Muzej moderne i suvremene umjetnosti, Rijeka; REVOLUTION NO4, vecchio ospedale Soave, Codogno-Milano / 2002 YOU CAN FIND ME IF YOU WANT ME IN THE GARDEN, Galleria Pianissimo, Milano

http://www.viafarini.org/italiano/residence/vir_salaberria_sapanjos_sterec.html